La condizione di disoccupazione determina molte conseguenze psicologiche importanti (oltre a quelle finanziarie) da non sottovalutare: calo dell’autostima, stress, ansia e riduzione delle relazioni sociali che a volte possono sfociare in un vero e proprio isolamento.
Non possiamo agire su fattori esterni (quante aziende cercano personale e l’andamento del mercato del lavoro), ma possiamo incrementare il nostro POTERE D’AZIONE e renderci ATTIVI nei confronti della propria condizione di disagio e di inattività.
E’ fondamentale in queste situazioni mettere a fuoco le proprie risorse e individuare nuove soluzioni pratiche e più efficaci, riconoscendo con più certezza le proprie potenzialità.

Consulenza e bilancio di competenze

Prendi  coscienza del tuo profilo lavorativo e scopri chi sei, cosa fai, cosa puoi fare. Tutto questo per  avere un piano di azione e porti degli obiettivi concreti da raggiungere nel mondo del lavoro. Se fai il punto su te stesso  e fai emergere tuoi punti di forza potrai fare una scelta più mirata nella tua ricerca.

Curriculum vitae e strumenti utili

Se cerchi lavoro non devi mai sottovalutare gli strumenti che utilizzi per proporti alle aziende. Migliora  o realizza il tuo curriculum vitae e scopri altri strumenti e strategie per potenziare la tua capacità di trovare lavoro. Potenzia la tua rete di contatti e conosci il tuo territorio per ottenere più risultati.

Colloquio di lavoro: come ottenerlo e come gestirlo

Essere arrivati al colloquio di lavoro è già un successo. Significa che ti sei mosso bene e hai fatto tutto ciò che era in tuo potere per essere  “notato”.
Se invece fai solo “passaparola o invii il tuo curriculum senza avere mai l’opportunità di sostenere un vero e proprio colloquio di lavoro, allora hai bisogno di linee guida chiare e di informazioni strategiche per non essere “cestinato”. Quando sarai lì, faccia a faccia con il selezionatore, non si darà nulla per scontato…